Gli alberi di fuoco di Vitor Schietti

Gli alberi di fuoco di Vitor Schietti

Ci sono fotografi che giocano a rincorrere l’attimo, cercando l’istante perfetto in cui fotografare, e altri che imprimono su pellicola lo scorrere degli istanti stessi. È il caso di chi lavora con la cosiddetta “fotografia a lunga esposizione”: lasciando aperto l’obiettivo della macchina fotografica, la pellicola assorbe la luce per svariati secondi, combinando diverse immagini in un’unica foto.

Sculture transitorie

Vitor Schietti ha lavorato così, lanciando dei fuochi d’artificio tra gli alberi e lasciando che la macchina ne assorbisse tutta la luce.
Come soggetto ha scelto la vegetazione della Cerrado, la savana erbosa del suo Brasile. E poi tanta attenzione, l’attesa paziente delle condizioni di luce giuste, lunghe ore di post-produzione per unire fino a 12 diversi scatti in una sola foto.
Sculture Transitorie è il nome di questa serie di scatti, visionabile sul sito dell’artista: uno dei suoi tanti progetti sulla fotografia a lunga esposizione.

Fonte
Schietti Fotografia

Italian Luxury Lighting
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.